Ne parliamo tra amici, col profumo di caffè nell'aria.
Ultimi post
Ultimi commenti
Archivi

Baccini canta Tenco al Salotto del Caffè [Intervista]

25 giugno 2013

“Uomini, sempre più ansiosi, sull’orlo di una crisi”
Francesco Bacci – Uomini e donne

“Francesco Baccini canta Tenco” è un progetto partito nel 2011 che è stato premiato come miglior tour dell’anno.

Oltre all’amore per la musica di Luigi Tenco, le somiglianze tra Luigi e Francesco e le analogie della vita di entrambi gli artisti, Baccini ha deciso di “liberare la musica di Luigi Tenco” dall’ombra della sua morte, poiché ha oscurato la musica, il pensiero e la poetica, rendendole ancora incompiute, distanti dal nostro tempo e poco conosciute. Invece Luigi Tenco aveva largamente anticipato sia le tendenze musicali del nuovo periodo, sia la chiave di lettura degli atteggiamenti sociali italiani che, come Baccini racconta largamente durante i suoi spettacoli, sono invece estremamente attuali.

Nella versione di Baccini c’è perciò l’immagine proiettata di come forse oggi Tenco ricanterebbe le sue canzoni, di come trasformerebbe il cantautorato italiano fondendolo con  altri generi, nuovi suoni, quelli “da terzo millennio“, senza orchestre e violini, ma band e chiatarre.

Nella nostra nuova intervista per il Salotto abbiamo parlato anche di quel Tenco che, proprio credendo nel rinnovamento della musica leggera italiana, nel suo ultimo saluto prima di suicidarsi, scrisse: “Io gli ho voluto bene al pubblico italiano e gli ho dedicato cinque anni della mia vita. Faccio questo non perché sono stanco della vita (tutt’altro), ma come atto di protesta contro un pubblico che manda “Io, tu e le rose” in finale e una commissione che seleziona “La rivoluzione”. Spero serva a chiarire le idee a qualcuno. Ciao, Luigi”. 

Ci siamo allora chiesti se le idee ce le siamo chiarite mentre, insieme alla morte di artisti come Tenco, assistiamo ancora ad altre “morti eclatanti“, di lavoratori, padri di famiglia, imprenditori che si uccidono schiacciati dal peso dei problemi.

Temi delicati per un’intervista né cupa né triste ma, come nelle note di Baccini che fa rinascere Tenco, per un discorso vitale e propositivo fatto con l’ultimo (ultimo?) esponente della Scuola Genovese.

Info su Rosanna Perrone

Per il Giornalismo e la Critica Musicale ho iniziato a muovere i primi passi con Jazzitalia anni fa, grazie alla fiducia di Alceste Ayroldi. Ho continuato a contribuire di tanto in tanto anche per altri webmagazine e una delle prossime uscite che mi riguarda, tra gli altri autori, è il libro My Life/ My Music, 100 interviste ai protagonisti del jazz italiano, curato da Gianmichele Taormina, in uscita ad agosto su progetto editoriale di Andy. Oggi scrivo e sono editor per Ninja Marketing.

Questa voce è stata pubblicata in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I salottini
Il salotto del Caffè Fanpage
Torrefazione Caffè Carbonelli | © 2012 | Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, 45 | 80017 Melito di Napoli | P.iva 02532471212 | Privacy Policy