Vi racconto il #Restart di Bloglive – Il Giornale Digitale

logo bloglive

Conosco Alessandro da poco più di un anno, ho apprezzato da subito la passione che mette nel proprio lavoro quando parla tecnicamente di server e tecnologia, anche se non ci capisco granchè diventa interessante ascoltarlo. Lui è un appassionato. Inizia tremila progetti tutti con lo stesso entusiasmo, poi come tutti i creativi, quelli che finisce per seguire in modo costante si contano sulle dita di una mano. Ma quei pochi crescono bene, mentre continuano a nascerne altri. Del resto il feeling è scattato subito, ci dividono esattamente due anni e poche ore. Stesso caratteraccio, stesso entusiasmo e stessa voglia di intraprendere qualcosa di importante.

Ad inizio estate, tornando a casa dopo una serata tra birre e patatine, mi confidò che lui ed il suo socio avevano deciso di chiudere bloglive.it un sito di informazione generalista con appendici tematiche. Mi dispiacque molto. Alessandro è un amico e so quanto ci sarebbe rimasto male. Ma la crisi del settore si faceva sentire. Le entrate pubblicitarie non pagavano gli investimenti e i contenuti cominciavano a scarseggiare.

Sull’ultimo sorso di Jagermeister lo guardai negli occhi. Era quasi commosso dopo avermi raccontato gli ultimi anni, gli investimenti e la passione con cui era nato il progetto.
Gli dissi “riprovaci! Prova ad imbastire un business plan adeguato. Prendi un caporedattore che coordini il contenuto editoriale. Metti su una buona squadra di ragazzi in gamba a capo di ogni sezione. Punta sui giovani di questo paese che ci credono ancora. Che credono in se stessi, nella passione che hanno, e il giornalismo è un vulcano di appassionati pronti ad esplodere. Presentagli un progetto che li entusiasmi e circondali di persone in cui possano credere. Arricchisci il tutto con qualche firma prestigiosa. Prova a fare l’ultimo sforzo per questi prossimi quattro mesi. Poi o ti rendi conto che è possibile rinascere o comincerai a raccontare che è anche fallendo che si fanno esperienze importanti.” Non disse nulla. Ordinò un altro amaro.

Continuai, “sarà la tua nuova startup”, gli dissi ironicamente. Mi guardò con quel sorrisetto scemo e rispose: “e no, startup no. Poi, scherzi a parte, bloglive è un qualcosa che già esiste da tempo, e tu sei l’esperto del #restart, no?” mi prendeva in giro. “Magari sarà il nostro restart”. Rimasi a guardarlo dubbioso.
Qualche giorno dopo Ale mi chiamò e mi disse che aveva convinto il suo socio Arduino a fare l’ultimo test da settembre a dicembre. Mi chiese di far parte del team. Se volevo essere io a metter su il business plan e la strategia.

Io prima di tutto provengo dalla comunicazione, dalla passione per il giornalismo. Poi mi sono ritrovato a lavorare nella mia azienda di famiglia e ho messo in pratica gli altri studi, il marketing, l’economia. Ma chi mi conosce da tempo sa che dicevo sempre che a 42 anni sarei diventato l’editore del mio giornale. Beh, non farò ancora l’editore, ma ho deciso di buttarmi in questo nuovo progetto con grande entusiasmo. Ho accettato la proposta del mio amico Alessandro Zarcone editore e direttore responsabile di bloglive, di Arduino Pascotto cofondatore e responsabile tecnico. Resiste con noi Antonio D’Amore marketing manager, e abbiamo affidato a Rosanna Perrone il ruolo di responsabile di redazione e social media strategist.

Cosa più importante, in questo mese sacrificando anche le vacanze, siamo riusciti a creare l’ossatura portante: quella squadra di giovani elementi appassionai e con fame di crescita, che saranno la colonna del nostro giornale.
Cercheremo di offrire ai lettori quello che si aspettano: notizie rilevanti del giorno in qualsiasi settore. Approfondimenti di qualità. Interviste esclusive. Rubriche di opinionisti di rilievo. E tanto altro. Il futuro è in divenire.

Da domani saremo un pò in rodaggio, ma bloglive proverà il suo #Restart. Seguiteci e valutateci. www.bloglive.it@bloglive

bloglive icona

Luca Carbonelli

Imprenditore, esperto di Marketing ed ecommerce, con particolare preparazione nella gestione della piattaforma Amazon. Dal 2004 gestisce l'azienda di famiglia, la Torrefazione Carbonelli s.r.l. di cui è fautore della trasformazione digitale che le ha permesso di imporsi nel mercato online come punto di riferimento del made in italy nel settore food & beverage.
È consulente esterno in gestione aziendale, trasformazione digitale, marketing e comuniaczione; ecommerce, Amazon. Effettua corsi di formazione in management delle pmi, maketing, digital marketing, ecommerce, gestione della piattaforma Amazon. È autore di "Falla esplodere. Come una piccola impresa può affrontare la trasformazione digitale".

Impegnato nel sociale, è stato per 5 anni vice presidente del gruppo giovani della CNA (confederazione nazionale artigianato).

Lascia un commento

Your email address will not be published.